Chi sono

Un po' di tempo fa, in un libro sulle foreste primordiali, vidi un magnifico disegno.
Rappresentava un serpente boa nell'atto di inghiottire un animale.
C'era scritto: "I boa ingoiano la loro preda tutta intera, dopo di che non riescono più a muoversi e dormono durante i sei mesi che la digestione richiede".
Meditai a lungo sulle avventure della giungla e a mia volta riuscii a tracciare il mio primo disegno.
Il mio disegno numero uno.
Mostrai il mio capolavoro ad alcune persone domandando se il disegno li spaventava, ma mi risposero: "Spaventare? Perché mai uno dovrebbe essere spaventato da un cappello?"
Il mio disegno non raffigurava un cappello.
Ebbene, essere un graphic designer non significa disegnare cappelli o serpenti che non assomiglino a cappelli, ma prima di tutto far sì che le persone non si spaventino davanti ai tuoi lavori e che siano contente del risultato.
La sintonia col cliente può aiutare, ma uno stile pulito ed accattivante è fondamentale;
ad oggi posso affermare di essere contento, ma confesso che è maledettamente difficile disegnare un serpente in piena digestione...